Per alcuni anni, soprattutto in Occidente e in Italia come altrove, si è vista una sorta di guerra santa tra puristi del bondage, portatori di una filosofia semiascetica delle corde, e gli altri, brutti-sporchi-ecattivi, che ritenevano le corde parte integrante del sadomaso e la costrizione parte integrante delle dinamiche D/s.

Purtroppo questa guerra santa (che non potrà mai avere né vincitori né sconfitti come ogni guerra santa che si è combattutta e si combatte nel mondo) è stata monopolizzata da chi le corde le faceva girare mentre poco o nulla peso veniva dato a chi tra le corde ci stava.

Il kinbaku in pillole n. 1

Per anni si è sentito dire, nell'ordine:

1) shibari/shibaru - legare o legatura erotica mentre kinbaku legatura stretta, dolorosa

2) shibari/shibaru - legatura in generale mentre kinbaku legatura erotica

Ho letto su FL un intervento molto moltissimo tanto carino sulle performance di shibari/kinbaku. Naturalmente era in inglese e, naturalmente, ho dovuto (!!) tradurlo (con il permesso dell'autore) in italiano.

Un po' di lavoro serale ma ora è qui, bello pronto e tutto da leggere. Perché non si finisce mai d'imparare :-)


DasFalke...

Ormai faccio raramente performance tradizionali. Soprattutto perché detesto il Formato da Circo di 20-30 minuti che è diventato la regola. A mio avviso questo non è Kinbaku/Shibari. È l'equivalente del “falso a buon mercato”. E’ come l'hamburger del fast food in piedi al bancone, a confronto di una cucina raffinata “a la carte”. Potrei anche, volentieri, vivere il resto della mia vita senza vedere un altro show del tipo “guardami gocciolare la cera calda sulla ragazza mezza nuda" di routine - il più diffuso cliché nello Shibari!

TokyoBound  Akechi Denki Interview – 1997 — 明智伝鬼

Akechi Denki Interview - 1997 - 明智伝鬼

La prima rivista specializzata [in Giappone] in SM e hentai (perversioni) fu la rispettatissima Kitan Club che iniziò le pubblicazioni nel 1948. Il suo Editore di "lungo corso" fu il leggendario Minomura Ko che contribuì in diversi modi a questa speciale pubblicazione. Insieme a lui molte persone - alcune famose e altre no - possono essere indicate come la prima generazione del SM giapponese del dopoguerra.