Monthly Model

Mother Mary è la Monthly Model di Club & Kitan Club di Novembre (*). Di lei però scriveremo ancora molto e pubblicheremo tante fotografie perché ha partecipato e parteciperà ai set de I Bizarri Anni '50 sia come alter-ego della bellissima moglie di John Willie, Holly Anna Faram, sia come modella per il leather bondage, tra catene, pelle e cuoio.
Delle signore non si dice mai l'età ma una cosa di Mother Mary è assolutamente certa: avrà sedici anni fino al suo sessantesimo compleanno. Una persona assolutamente splendida, a suo agio sui set fetish e bondage, è stata anche una compagna di viaggio nella creazione delle scene: impagabile e impareggiabile ha impegnato il suo fisico fino a limiti che poche persone possono sperare di raggiungere, tenendo pose complicate e scomode fino al dolore con il sorriso sulle labbra o con quella deliziosa smorfietta di sofferenza e sfida (chi sa quanto finta e quanto vera) che potrebbe fare impazzire di piacere un sadico. Mary è molto più di una semplice "modella fetish", è una persona garbata e distinta, una vera Dama tatuata, appassionata di corde e di bondage, di vestitini vintage (che indossa con disinvolta e scanzonata aria da pin up anni 40-50) perfettamente a suo agio sia su tacchi vertiginosi di stivaletti impossibili (che sa indossare con grazia anche quando è legata)  sia a piedi nudi sul freddo parquet dello studio fotografico. Unico "difetto" di Mother Mary (ma questo è un nostro problema, non suo) è la sua residenza un po' fuori dalla portata delle nostre macchine fotografiche e, quindi, la necessità di programmare con ampio anticipo la sua partecipazione ai nostri set. Ma, vi assicuro, dato il risultato dei primi tre shooting non ci lasceremo scappare l'occasione di coinvolgerla tante più volte possibile per vostra (e soprattutto) nostra felicità. La sua pagina IG è: https://www.instagram.com/mother_mary91_/
(*)Ropes: Mauro Lacqua

Preview Last month's model

Vinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.x
愛子
愛子
愛子
愛子
愛子
愛子
愛子
愛子
愛子
愛子

Preview Monthly Model

Vinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.x
Mother Mary
Mother Mary
Mother Mary
Mother Mary
Mother Mary
Mother Mary
Mother Mary
Mother Mary
Mother Mary
Mother Mary

From the Editor's Dungeon

Siamo tornati ...

2019 11 editorialeCiao! Siamo tornati!! Sì, abbiamo saltato un mese (e che mese) denso di lavoro per la sistemazione del nuovo studio fotografico e, infine, siamo di nuovo qui e quasi in pari con l'aggiornamento del sito.

Quindi ottobre è trascorso (nostra colpa) senza aggiornamenti dei monthly set e senza la presentazione di una monthly model ma non senza operare, dietro le quinte, per rendere il magazine sempre più vivo e sempre più vivace.

Stiamo ancora postproducendo la nuova serie di foto della monthly model (abbiate pazienza, non ve ne pentirete!!) ma vogliamo fare il punto della situazione e lo facciamo prima con quello che abbiamo fatto.

Un articolo di Fulvio Brumatti (Mappamondi in fiamme #4) aspettava da qualche mese di vedere la luce perché l'Editore (io me) ha preteso che fosse accompagnato da un set fotografico originale il cui storyboard fosse ricavato dal racconto di Vinicio che nell'articolo è presentato.

Non è come dirlo inventarsi un set credibile di spanking in un grande magazzino. Eppure con la pazienza delle formichine non solo abbiamo ricreato in studio la suggestione del magazzino resi di un (possibile) punto vendita di abbigliamento femminile: non contenti abbiamo messo all'opera due modelle che sono, in assoluto, new entry nel mondo della fotografia SM/BDSM e ci abbiamo ricavato un set niente male.

Come dire che il lavoro di squadra paga, alla fine.

Con l'uscita di un articolo di Paul Stoves sullo spanking in terra di Germania (Deutschland Deutschland) si è andati avanti con la geo-storia dei mappamondi in fiamme, supportata da pregevoli (che dico pregevoli, di più!) foto d'epoca.

Nel frattempo abbiamo ricevuto ed impaginato l'articolo di presentazione a lungo atteso (ragazzo impegnato) di Retif. Così e degnamente abbiamo inaugurato anche la sezione dedicata agli amanti dei piedi. Come al solito sollecitando l'autore a raccontare di sé e della sua storia personale, del suo modo di vivere la sua passione, delle sue esperienze. Il risultato, mescolato con qualche scatto eseguito nel passato durante qualche sessione di feet di cui Retif è stato protagonista, non è malaccio. Insomma, non è detto che amare i piedi delle donne debba per forza significare che, poi, ogni cosa, la si fa con i piedi ... o no?

Infine abbiamo ottenuto anche le presentazioni personali di Tsuki e di Altex che hanno dato vita e un po' di brio alla rubrica Latex Gloves.

In fondo un mesetto impegnativo che si è conluso sabato 30/11 con la serie di foto postprodotte della nostra modella fetish/bdsm del mese, Mother Mary, impegnata in una scena di shibari (ropes Mauro Lacqua)

Non possiamo, infine ma non per ultimo, dimenticare che il 25 novembre appena trascorso si è ampiamente e con vasta eco mondiale celebrata la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne del corrente AD 2019 (!! 2019 non 819 !!).

Questo tema è, per noi praticanti SM/BDSM, centrale e importante data la delicatezza dei meccanismi psicologici che le nostre pratiche vanno a toccare, a volte profondamente. La vigilanza sul proprio operato, sulle proprie scelte, sul modo d'interagire non può prescindere dal continuo e attento controllo sulle nostre azioni e sulle conseguenze di tali azioni. E questo vale sia per chi si prende la responsabilità di assumere un ruolo dominante sia per chi si prende il rischio di assumere un ruolo sottomesso.

La violenza, come tale, è già insopportabile quando a subirla è un uomo, diviene intollerabile ed esecrabile, soprattutto in questo periodo di rigurgiti culturali piuttosto proccupanti, quando segue l'odioso fine di annichilire moralmente e fisicamente una donna.

Su questo tema avremo modo di tornare spesso nei prossimi editoriali perché oggi più che mai è necessario, vitale, determinante, segnare una linea netta, senza ambiguità o tentennamenti, senza distinguo o sofismi, tra quello che è un piacere condiviso, una consapevole ricerca della felicità lungo un percorso di consensuale appagamento e quello che è, per contro, l'abominio della prevaricazione e della violenza. Non una linea tracciata a "sofismi": una linea operativa, oggettiva, invalicabile, tracciata con concetti chiari ed inequivocabili, atteggiamenti e comportamenti coerenti, assunzione etica, morale e legale delle proprie responsabilità. In poche parole un confine segnato con un muro di cemento armato tra noi e chi, usando ed abusando delle parole d'ordine e delle suggestioni del nostro mondo, vorrebbe camuffarsi, intrufolarsi e deporre - come il cuculo - il suo uovo malato nel nostro nido.

Questo detto vi rinnovo i miei migliori auguri di buon divertimento e vi saluto perché, a parte tutto, s'è pure fatta una certa ;-)

Top News

Ultimo Lunedì 27/01/2020

20200127Archiviato anche il … primo … ULTIMO LUNEDI del 2020, messo in ordine dentro un file che ha ormai ben 250 eventi! Quante migliaia di persone diverse passate da queste parti in questi anni!! Lunedi 27 tante ed è stupendo veder arrivare persone dal Piemonte, Veneto e fin giù dalla Toscana come è avvenuto anche questo lunedi appena passato.

Questa festa è come una palestra. Ma non una comune palestra dove esercitare con la ginnastica il proprio corpo, ma palestra di corpo e mente.

Anche in un contesto "semplificato" come può essere una festa serve la testa. Anzi forse ancora di più serve concentrarsi sulle sensazioni (da Dom o sub) estraniandosi da tutto ciò che è attorno. Entrare dentro. E più nel profondo si entra più le sensazioni sono amplificate.

Esperienza anche mia le poche volte in cui gli impegni di organizzazione me lo consentono. Occhi chiusi se sculaccio. Occhi solo sulla parte del corpo che frusto.

Leggi tutto...

Mappamondi in fiamme #5

MIF 05Regole, feticcio per divertirsi
Ahhh, Vinicio, Vinicio con te si potrebbe almeno un po’ riportare in equilibrio mappamondi rossi femminili e con quelli maschili e sciogliere (parzialmente) i dubbi che ci hanno attanagliato nell’articolo precedente. Questa volta dunque natiche maschili (le tue !) ben arrossate.

Potrebbe incaricarsene qualcuna o qualcuno: talvolta nello spanking il “genere sessuale” assume scarsa rilevanza. Si dice, infatti, che sculacciare natiche è sculacciare natiche, siano esse maschili o femminili.

Che una mano che sculaccia è una mano sia essa maschile o femminile. Tranquillo, è solo un “si dice”.

Così come è ancora un semplice “si dice” che vorrebbe che chi ama sculacciare ama anche essere sculacciato. Ma forse, a dire il vero, questo è abbastanza vero e meno un semplice “si dice”.

Lo spanking sta dentro una atmosfera fatta di fantasie di collegi, di punizioni per mancanze, di complessi rituali di castighi corporali in tempi antichi o moderni. Una nuvola profumata che prende la testa e dentro quella nuvola  - che è come una nebbia - i confini netti si perdono e tutto diventa possibile, con buona pace dei puristi dei ruoli.

Leggi tutto ...

 

Il piacere di essere Retif

Retif 01Da sempre: se qualcuno mi chiedesse da quanto sono attratto dai piedi di una donna, la risposta sarebbe questa. Freud ci spiega perché, secondo lui, si nasce con questa attrazione ma, in questa sede, preferisco sorvolare sulla sua analisi. Quello che so è che da quando ho memoria sono affascinato dai piedi femminili e ho la fortuna di poter coltivare questa mia passione liberamente, condividerla con compagne di gioco, alcune delle quali sono diventate preziosissime amiche anche nella vita "vanilla". Non è stato facile né scontato arrivare a questo punto e mi fa piacere condividere la mia esperienza anche con chi legge.

Negli anni questa attrazione può essere concretizzata in modi necessariamente molto diversi : da bambino  e fino alla pubertà ci si limita a "guardare e non toccare", al mare o in città d'estate quando molti piedini si mettono in mostra, che la loro proprietaria ne sia consapevole o meno, oppure, per i più fortunati, in casa se capita qualche zia o cugina o amica di famiglia di passaggio.

Leggi tutto ...

Tradotto in italiano sarebbe: Money Mistress, no grazie. Mi è stato chiesto di scrivere un articolo sul fenomeno (perché di fenomeno sociale si tratta) delle Money Mistress. Ovviamente all'Editore del magazine non interessa che io, da semplice Mistress per passione, non sapessi alcunché di money mistress o di prodomme, se non per "sentito dire", basta concedergli una vaga disponibilità a dare una mano e lui già trova il modo per sfruttare la mia incauta gentilezza.

Dunque MM sia! Ma alle mie condizioni: troppo facile uscire con un articolo di condanna tipo: non si fa! Cattive! Poveri slave cerebrolesi che si fanno svuotare il portafoglio! E' illegale! E' immorale! Non è SM/BDSM!! Troppo facile dare la solita lettura maschile (a volte velatamente, ma neanche tanto, maschilista) del fenomeno che, ormai, riempie il mondo FemDom su tutti i social media da Facebook e Twitter fino ad Instagram e Flikr. Troppo facile, scontato e, soprattutto  inutile.

Il giudizio morale, la reprimenda pipponatrice, è, in prima istanza, un argomento sociale di scarsa rilevanza. Tanto il giudizio morale del 90% delle persone su tutto il SM/BDSM è negativo, retrogrado, arcaicamente pseudopsico(ban)alitico: una volta impipatisi dell'opinione del 90% della popolazione mondiale che può valere il rimante 10% che strala e tuona? Tipo niente a colazione? Su questo punto spero non ci siano dubbi: fatto il misfatto [cit. Harry Potter] il resto è mancia.

Quindi?

Quindi ho scelto la via dell'inganno. Ho chiesto ad un mio amico sub d'improvvisarsi moneyslave (naturalmente in virtuale e senza sborsare soldini) per qualche giorno, ho chiesto ai gestori di un noto sito di inserzioni sadomaso di tirare fuori dal cestino (dove regolarmente finiscono gli ads delle signorine MM e dei signori ms) qualche annucio ben distribuito per località geografica e ho iniziato a fare quello che, aulicamente, si chiama ricerca etnografica e più terra-terra si chiama "ficcanasare negli affari degli altri".

In più ho setacciato Facebook alla ricerca delle pagine e dei profili delle MM più gettonate e i tre minuti di tempo da dedicare ad un articolo che doveva essere una reprimenda sono diventate tre settimane di lavoro. A volte intensamente desolante ma, qualche volta, comico e surreale.

Iniziamo dai numerini (li amo i numerini): inserzioni MM recuperate dal cestino delle inserzioni 13, età inserzioniste dai 19 ai 44 anni con età media di 29 anni ma, qui sta la "notizia" più del 50% delle inserzioniste ha età compresa tra i 18 e i 25 anni mentre il restante si colloca soprattutto tra i 35 e i 45 con pochissime (una soltanto) inserzioniste tra i 25 e i 35. Questo fa riflettere già un pochino. Sì, a me fa riflettere, non so a voi. Però sto scrivendo io quindi decido su cosa farvi riflettere, giusto? Sì!

Fa anche riflettere la distribuzione geografica delle inserzioni, dal Trentino al Lazio, per essere più chiara perché più a sud del Lazio pare che non ci siano MM ... sarà perché non ci sono soldi? Le regioni più rappresentate sono Lombardia ed Emilia Romagna, seguono Piemonte, Lazio e Trentino. Ancora mi domando perché. Sarà un caso? O, ancora una volta è un fattore di "tenore di vita generale"?

Attenzione, non è una domanda oziosa o da ISTAT, è fondamentale per capire (o dare una lettura se volete) il fenomeno. Quando e dove c'è disponibilità c'è offerta, ove non c,è disponibilità non c'è offerta. Se succede questo vuol dire che l'uovo e la gallina sono nati insieme, che il fenomeno delle MM è parallelo e sovrapponibile al fenomeno dei ms. Chiunque si occupi anche marginalmente di marketing sa benissimo che un prodotto viene creato dove c'è domanda: l'esempio classico è la vendita dei ghiaccioli al Polo Nord o delle creme abbronzanti in Tanzania. Nessun imprenditore cercherebbe di vendere ghiaccioli al Polo Nord o creme abbronzanti in Tanzania. Nessuna MM cercherebbe di vendere una relazione MM dove i soldi scarseggiano e dove la domanda non c'è. Saranno mediamente giovani, saranno mediamente ingenue ma, sicuramente, non sono cerebrolese.

Andiamo a raccontare il lavoro sul campo. Abbiamo scelto tra le tredici fortunate "ripescate" sei candidate ideali, in modo da rappresentare sià le varie età sia le varie provenienze geografiche. Il mio amico sub ha creato una risposta standard che qui vi allego:

Gentile Signorina [nome inserzionista],
ho letto la Sua inserzione sul sito xxxxx del [data inserzione] nella quale Ella si rende disponibile ad un rapporto di money-domination. Chi le scrive ha serie intenzioni di intraprendere l'eccitante percorso della schiavitù finanziaria e seriamente è intenzionato ad iniziare tale percorso con una persona di molto più giovane anche se, dal tono della Sua inserzione, già molto esperta nell'arte della sottomissione. Sono quindi a chiederLe quali ulteriori passi devo intraprendere per avere il privilegio ed onore di servire ai Suoi scopi e divertimenti.
Umilmente,
xxxxxxxxxxxx

Semplicemente raccapricciante, vero? In altri contesti sarebbe da pena di morte ma qui ci stava: sufficientemente untuoso per essere credibile, sufficientemente neutro per osservare le reazioni. Non è indicata la località di residenza (molte delle inserzioni prevedevano possibilità di rapporti virtuali) non è indicata l'età precisa, la professione, le reali aspettative, non sono indicate modalità di contatto. Insomma, domanda aperta.

Tutte le inserzioniste contattate hanno risposto e, in più, due su sei hanno immediatamente fornito il loro recapito cellulare, una ha richiesto (senza altro aggiungere) contatto su telegram, tre hanno inziato la risposta con un incipit sul tirpo "schiavo inutile" o "verme".

Un frasario standard di cui mi pregio riportare alcune chicche:

Dobbiamo accordarci, hai telegram? [fattiva] - Per gli amanti del fetish vendo i miei slip matidi del mio piacere.. potrai avere i miei slip profumati ed il video dove vedrai lo squirt che le ha inondate.. quel video mostrerà il momento della pioggia dorata che andrà a colare lungo la coscia e finirà sulle mie scarpe lucide. [fuori tema ma sostanziale] - Ciao nullità, prima di tutto, da dove mi scrivimi? Di dove sei? Sei disposto a fare un incontro? [organizzata] - Ciao xxxxxxxxx, benissimo, quanti anni hai e cosa fai nella vita? Ovviamente senza andare in dettagli privati. Sei quindi interessato ad un rapporto di dominazione finanziaria virtuale (chat e pagamenti online) o live, tipo sessioni di shopping o cose di questo genere? Io apprezzo molto tutti e due 😏 [flessibile] - scrivimi su questo numero yyyyyyyy [in tempo reale].

Con alcune delle signorine contattate abbiamo deciso di continuare il dialogo, due gli esempi fondamentali. La prima dichiarava di essere presente in Facebook e siamo andati a vedere il suo profilo. In realtà più che di MM il profilo era, probabilmente, di una modella per podologi data la quantità di piedi in mostra di cui alcuni un po' troppo diversi in forma e dimensioni. Al netto di eventuali strane mutazioni genetiche con evoluzione degli esseri umani verso i millepiedi si trattava evidentemente di "scaricamenti all'abbisogna". Fatto presente all'inserzionista che nella sua bacheca Facebook si vedeva molto di plantari ma poco di dominazione effettiva ella ci ha così risposto:

Hai trovato poco perché non abbiamo l'amicizia su Fb, avendo il profilo privato puoi vedere ben poco in effetti. Cmq c'è una base, sempre rispettando le regole di Facebook per evitare di essere poi bloccata. foot worship; foot gagging; fruste e punizioni corporali; vibratori e plug; slapping; facesitting; ballbusting; spitting; trampling; umiliazione verbali; giochi di ruolo; dog training e pony play; femminilizzazzione.
Ho location e posso ospitare. Per sessioni, gli omaggi variano,  X mezz'ora, Y [messaggio troncato, non sapremo mai se Y si riferisse ad un'ora o a 3/4 d'ora o a cinquanta minuti ...]


Insomma, ok Money Mistress ma, dove e se capita, il dungeon è aperto ...


La cosa che impressiona in questo elenco (a parte il pony play che non so dove si possa eseguire in una grande città del nord) è l'età della miss: 23 anni. Qui mi fermo perché non so fare i conti e pure la media dell'età ho dovuto chiederla ad un mio amico matematicamente disponibile ad una sottomissione cerebrale.
Non vi tedio con le altre risposte ma, sappiatelo fin da ora, l'esperienza media dichiarata è di ben (ben!!) due anni, con punte minime di un anno e mezzo. Cioè: dopo due anni (a volte dopo un anno e mezzo) siamo pronte a gestire un rapporto con persone che potrebbero avere il doppio della nostra età e ricavarci un utile. In Italia. Nel 2019, in coda ad una crisi economica mondiale che non ha precedenti se non nel crollo di Wall Street del 1929 e in attesa di una recessione annunciata e già scontata in Germania.

Non c'è che dire, il coraggio imprenditoriale non manca a queste ragazze!! O, forse, dobbiamo pensare a velleità finanziaria? Sono più propensa alla seconda delle ipotesi.


Una risposta però ci ha aperto un mondo e non lo scrivo in modo ironico. Una delle Miss contattate ci ha scritto (testuali parole) senza remore quanto segue:


Sono giovane ma faccio la Mistress da un anno e mezzo, per lo più faccio sessioni e pratiche poiché mi capita raramente di trovare un moneyslave realmente degno di questo nome ! Si ergono tutti a grandi pigmalioni generosi e poi, nel momento di mostrare la loro devozione nella pratica, si dimostrano dei bluff.


Rileggere please la parte sottolineata, ci dice molto e molto di più di mille trattati sociologici e psicosociali. Non era difficile capire (capire e non intuire) che il mercato delle MM in realtà è nato e vive grazie alle masturbazioni mentali di pigmalioni moneyslave pronti a promettere mari e monti e a ritirarsi al momento in cui viene richiesta anche una semplice ricarica telefonica. Lo dimostra il fallimento effettivo di molte ragazze che s'improvvisano cam-girl e lasciano perdere dopo poco più di due, tre mesi di attività. Il denaro è deificato perché e dove non c'è. Questo è il punto di snodo, la sostanziale differenza tra una MM e un prodomme ed il motivo per cui una MM spesso è solo una potenziale (o reale) prodomme con poca esperienza e tanta frustrazione nella testa.


Rileggiamo il quadro, lo scenario (o sceneggiata, sarebbe meglio) delle MM, almeno in Italia (ma qui viviamo, che ce ne frega degli States?) e nell'anno di grazia 2019: alcune ragazze molto giovani e molto velleitarie, con poca esperienza della vita sperano di ottenere soldi da uomini che hanno (forse) denaro ma poca voglia, e disponibilità, di spenderlo per loro. Ci sono eccezioni? Sì, ce ne saranno certamente, ma la scena complessiva è questa, in my humble (but hard) opinion.


Il propietario del sito d'inserzioni mi ha fornito una mareata di "frasi tipo" che le MM (regolarmente cestinate) inseriscono nei loro annunci, ve ne riporto alcune:


cerco un money slave per matrimonio sono una padrona tutta da viziare. Valuto moneyslaves x reale e virtuale. Cerco uno sfigato da spennare con disponibilità sottomettere e sfruttare economicamente. Solo mucchette che versano cifre da urlo. ...Prosciugati da me fino all'ultimo centessimo. che apra il portafoglio ©. Disposti ad una dominazione finanziaria. cerca slave e slavemoney Il rapporto iniziale sarà solo virtuale. Padrona cerca schavi moneyslave. Sto selezionando un Personal Money slave.... CERCO SCHIFOSO INSIGNIFICANTE MONEY SLAVE.  Dea Sofia cerca nuovi money slave. Ciao lurido verme. cerco un money slave che.  Seleziono solo Moneyslave virtuali. veri moneyslave per servire e soddisfare ogni mio capriccio. CHE GESTISCA IO LE SUE FINANZE TOTALMENTE. Giovane moneymistress cerca moneyslave da umiliare e spennare virtualmente (non accetto incontri di persona).  Ciao, voglio un money slave fedele ubbidiente che mi ascolti con devozione.  Cerco money slave da sposare.  Adoro farti del male psicologicamente ed usati come autista, bancomat.  Cerco un vero MONEYSLAVE pronto a soddisfare i miei desideri. sono una Moneymistress VIRTUALE recluto moneyslave per una dominazione psicologica e finanziaria un bancomat umano. Cerco Moneyslave per dominazione finanziaria e blackmail. Vera padrona/moneynistress per veri slave/moneyslave. Cerco solo moneyslave consapevoli del loro ruolo. Cerco money slave,che mi tratti come una dea.  Cerco money slave,che mi tratti come una dea.  anche ad usare la loro carta di credito pur di soddisfare le mie richieste.  Cerco money slave ubbidiente che soddisfa ogni mio desiderio. giovane ragazza vuole moneyslave.  Seleziono moneyslave devoto. Divina e superiora MoneyMistress XXXXX, Findom molto viziata e pretenziosa. cerco veri PayPig pronti a farsi fottere tutti i soldi da una Bellissima Mistress.  seleziono con la massima cura un vero uomo zerbino/bancomat. Se ami farti prosciugare il Conto in Banca e essere mandato in rovina,mentre Io spendo i tuoi soldi!!!. Allora mi hai trovata. cerco moneyslave che possano far fronte alle mie necessita, ai miei vizi e ai miei capricci, non cerco altri tipi di schiavi.  Mistress Cerca Slave virtuale paypig.  sono una Findomme  sadica e viziata. Se non avete soldi non contattatemi.!! Cerco PayPig da Spennare. ogni mia richiesta e capriccio finanziario.  Sono una moneymistress che cerca un moneyslave.  cerco cash/money slave.  Ciao MoneySlavery,Sono una Moneymistress. Cerco MoneySlave, Pay Pig, Human Atm. relazione  solo con  Human Bancomat, dominazione Finanziaria.  ricariche Postepay, Paypal, Bonifico Bancario. no prezzi stracci.  Ho deciso di dare a voi la possibilità di essere sfruttati finanziariamente. avrai l'onore di contribuire con i frutti del tuo lavoro a mantenere alto il mio tenore di vita. essere il mio zerbino finanziario contattami. riuscirò a spillarti quello che voglio con la tua stessa volontà. in attesa di un contatto con Money Slave Maturo. desiderosa di essere appagata economicamente. Cerco CashSlave.  voglio solo i vostri soldi e i vostri servigi. vedrò se sarai degno/a di essere un mio money slave. quando ho voglia di riempirmi le tasche sia disposto a sganciare. Nulla mi eccita più del denaro! sono una geek money mistress. Al solo pensiero di fottervi conto e mente ho i brividi! la cui unica volontà sia di diventare un bancomat umano.  Voglio avere il completo controllo della vita dello schiavo del suo conto in banca.Cerco moneyslave virtuali benestanti. Più soldi mi da lo schiavo.. Più sarà sottomesso. Cerco moneyslave che soddisfino i miei desideri economici, senza chiedere nulla in cambio. sto cercando un bancomat umano e money slave che mi vizi economicamente senza chiedere nulla in cambio. richiedo ubbidienza totale ed un appartamento a Milano di cui disporre a mio piacimento.  Cerco schiavi che mi vizino economicamente.  Fatevi fregare i vostri soldi... Sono alla ricerca di nuovi moneyslave da MUNGERE.  cercasi bancomatumano. cerco schiavetti sottomettere e spennare, che mi inviino regali e/o soldi.  Voglio un MoneySlave da spennare.  cerco pazienti bancomat.  Misstress di lusso cerca moneypig.  Cerco un schiavo che abbia molta dimestichezza con uso del bancomat e bonifici. Ovviamente che siano money slave.  Voglio dominare il tuo corpo, la tua mente e il tuo portafoglio. Cerca moneyslave o papyslave per rapporto virtuale.  Spennarvi economicamente.  Sono Una Dominatrice Finanziaria Che Esige Bancomat Seri E Con Un Portafoglio Pieno. I Bancomat Seri Devono Contattarmi.  avere il controllo dei tuoi soldi.  io schiocco le dita e voi sganciate il CASH!!!  Cerco moneyslave, No sessioni a pagamento, non sono mercenaria.

La lettura delle frasi così accostate a caso mostra punti di fondamentale interesse, il primo è che probabilmente gran parte delle inserzioni che vogliono "solo virtuale" sono fake, forse non tutti ma gran parte: il fenomeno dei Money Master è in costante aumento e, seppur meno diffuso di quello delle Money Mistress stiamo già a qualche cestino di rifiuti riempito (così ci dicono dal sito d'inserzioni che abbiamo contattato) e si avvia a diventare tanto tedioso quanto quello delle Money Mistress.

Un secondo punto, che emerge senza dubbio delle frasi in grassetto ma è sottostante tutte le altre frasi, è il concetto di denaro come punto focale della propria esistenza. Si può dire che le Money Mistress sono, generalmente e nella maggior parte dei casi, ragazze che anelano ad un ruolo sociale la cui unità di misura è, guarda che caso, il denaro. A differenza delle prodomme che, in effetti, richiedono un compenso per le loro prestazioni e che, quindi, hanno scelto di lavorare (o sono state costrette dalle circostanze a farlo) come tali per guadagnare le Money Mistress hanno un reale feticcio (loro) nell'esistenza agiata e comoda che, probabilmente non hanno o che, probabilmente, la famiglia d'origine o di appartenenza non vuole o non può garantire, proseguire, concedere.

In poche parole sono figlie dei tempi in cui si sogna di diventare fashion blogger, influencer, top model, personaggi agiati e noti. Come a suo tempo si sognava di diventare attrici di fotoromanzi. Solo che negli anni dal 1945 al 2000 circa i sogni non avevano modo di espandersi da una situazione reale ad una dimensione virtuale. Le velleità di "diventare qualcuno" e vivere una vita agiata erano riconosciute come tali perché il circoscritto ambiente familiare e provinciale (ricordiamo che l'Italia è soprattutto provincia) le relegava, immediatamente, nella stanzetta dei sogni irrealizzabili.Facebook e Instagram, nonostante la pretesa di "moralità" che il loro esimio proprietario sottolienea cancellando capezzoli femminili, è l'estensione virtuale di un ambiente reale ove, invece, questi sogni di gloria, questi castelli in aria, sono apparentemente realizzabili, come dicono gli anglosassoni "at hand".

Quindi cambiamo ancora di un pizzico il quadro fenomenologico: alcune ragazze molto giovani e molto velleitarie, con poca esperienza della vita, con il desiderio di realizzarsi in ambito sociale diventando le superstar del momento e vivendo una vita agiata sperano di ottenere soldi da uomini che hanno (forse) denaro ma poca voglia, e disponibilità, di spenderlo per loro.Tutto qui? Possiamo dichiarare chiusa la procedura istruttoria, il dibattimento,  e passare alla requisitoria finale? Forse, ma sarebbe un processo truccato, un fake, una condanna immeritata perché esiste un correo (non semplice complice ma, a tutti gli effetti, coresponsabile alla pari) che regge e alimenta il fenomeno in un raggiro senza vergogna.

Tra le frasi che ci sono arrivate abbiamo trovato un refuso, cioè non un refuso, una frase estratta da un'inserzione di un uomo che si presentava come schiavo.


Sono un moneyslave Avendo una relazione stabile non posso cedere tutto il mio patrimonio.

Tutto no, ma una parte sì! Quanto si è eccitato questo signore nel sentirsi potente, ricco, importante, tanto da avere un patrimonio e poterlo (anche se in parte) cedere ad una ragazzina poco più che ventenne? Se dovessimo ragionare in termini psicoanalitici qui si sarebbe davanti alla quintessenza del narcisismo, l'apoteosi di una narrazione dell'Io così ipertrofica da diventare una mongolfiera. A fronte della velleità di una ragazzina di essere "ricca, agiata, osannata, riverita, benestante" senza far fatica (riprovevole? Fate voi, io per ora sospendo il giudizio) si oppone la volontà di una narrazione grandiosa di un uomo maturo (??) che, avendo una relazione stabile, non può cedere tutto il suo patrimonio.
Solo io noto una disparità abissale? Solo io vedo nella ragazza che legge questa affermazione, e ci sogna sopra, la potenziale polla?

Andiamo in campo maschile, se vi ha divertito la lista delle affermazioni delle Money Mistress questa vi farà scompisciare fino alla maschera d'ossigeno: Moneyslave cerco padrona che mi sfrutti tanto. Se interessata ho 15 camicie pronte da stirare al doppio delle tariffe normali. Cerco una ragazza molto giovane e sexy per pagare regali. NB.conosco perfettamente il concetto del detto nessuno fa niente x niente... [omissis]consapevole che nessuno fà niente x niente. per te ci saranno naturalmente bei regali e anche aiuto a farti vivere meglio...non andrò in tasca solo per il fazzoletto. non sdegno offrire piccola ricompensa. fare la spesa e consegnargliela a domicilio modello garzone! Ovviamente solo la normale spesa alimentare, non elettrodomestici vestiti o altro! Resta sottointeso che nulla mi dovrà essere corrisposto al momento in cui consegnerò tutto quanto ordinato! desidero cedere mente, corpo e beni a padrona in cerca di schiavo. Darei a lei i miei interi stipendi, i miei risparmi e le mie proprietà.Tra le cose che mi provocano piacere c'è anche la sottomissione finanziaria, ovvero donare soldi alla Padrona sotto forma di ricariche telefoniche, postali ecc. in segno di devozione. ma a richiesta posso essere generoso. Prevista ottima ricompensa e tante coccole. Sono disposto anche a pare massimo 15 euro.Offro 5 rose per giocherellare solamente 5 minuti con dei capezzoli femminili. le mie proprietà diventeranno le sue. sono molto generoso. totalmente propenso a coprirti di regalini esaudendo ogni tuo desiderio. viziare e coccolare con svariati regali e favori economici. vedrai con i tuoi occhi che non andrò in tasca solo per il fazzoletto. Offro: SOLDI FACILI PER DONNE ARROGANTI! Lavorerò e consegnerò i frutti a lei. e a mettere le mie intere finanze ai suoi piedi. Raddoppio il prezzo per ragazze sotto i 20 anni. Consapevole di voler dare la mia vita obiettivo scopo vivere per la Signora PADRONA. no mercenarie ma so essere riconoscente. Ai padroni di casa sarà riconosciuto compenso su base oraria secondo le retribuzioni in vigore. mi trasformi nel suo caricacell..... [omissis] . preferibilmente non mercenarie ma in caso posso offrire un "regalo" previo accordi.  volendo posso anche pagare grosse somme se concordato (trav). se soddisfatto eventuale regalo finale. mi piace regalare regali e soldi per miei Padroni.  sono generoso ( $ ) [in Italia usiamo € ma forse lui è avanti e ci vede già come 51mo stato americano]. proposta seria e ben remunerata. In cambio do tutto quello che possiedo. un bel regalo in rose (ovviamente nessuno fa niente per niente)[ovviamente, nessuno con te fa niente per niente]. contattatemi pure posso essere anche molto generoso ;). una relazione che mi porti alla cessione totale del potere estesa anche alla gestione del mio stipendio, dalla casa in cui vivo. servire ed essere usato come moneyslave. anche money mistress. a pagare le bollette oppure vado a farle la spesa sono io che contribuisco pagarle il parrucchiere, l'estetista, regalare un viaggio. Sono disposto a dare molte rose (una parte delle rose anche in anticipo). Più il nostro percorso andrà avanti più riceverai un fondo spese che ti serve per essere più bella per me. Mi voglio dedicare al benessere della mia padrona aiutarla economicamente se necessario. sono disposto a offrire contante se necessario. Mi piace viziare la mia Dea anche economicamente. tutte le mie proprieta e soldi saranno tuoi. ovvio dimmi pure cosa chiedi. Spero di conoscerti e di retribuirti adeguatamente. Naturalmente del disturbo se ne terrà conto. generoso e posso offrire dei pr€m1. Molto riconoscente. ma vanno bene anche incontri mercenari. Ovviamente nulla x nulla! disposto a regalare scarpe .

Dell'ultimo ho chiesto insistentemente l'indirizzo email alla proprietà del sito d'inserzioni ma non l'ho ancora ricevuto ... uff!!

A parte le mie scarpe (chi non è donna non sa quale problema sia calzarci, neanche lontanamente, neanche per una briciolina, niente, neanche ve lo potete figurare!) non so a voi ma a me l'elenco di queste "chicche" ha provocato prima risate fino al soffocamento e poi, più seriamente, una riflessione profonda (per quanto profonda possa essere una riflessione su queste castronerie) che qui vi riporto: come si fa a non vedere che, soprattutto per le frasi segnate in grassetto e sottolineate, tutto questo è stato scritto sicuramente (sicuramente!!) con una sola mano?

Ci vuole una bella fantasia e molta immaginazione per credere che qualcuno sia davvero disposto a regalare proprietà, patrimoni, case e stipendi ad una persona, così, solo per un vezzo sessuale di sottomissione. Ma qui c'è di più. Di più di una persona che, pur antipaticamente, offre rose in cambio di prestazioni sessuali o attinenti la sfera sessuale ad una prodomme. Qui c'è, scritta a lettere cubitali, l'impronta palpabile e puzzolente della megalomania impastata di misoginia e narcisismo. Un delirio onanistico di grandezza che sfuma al primo accenno di reazione d'interesse o dopo abbondante (o misera, a seconda) ejaculazione.

Bisogna essere davvero poco esperte della vita e del sadomaso per prendere per vere queste farneticanti affermazioni, bisogna essere inesperte dilettanti allo sbaraglio per basare le proprie speranze d'incasso su eccitate e sconclusionate affermazioni dettate dagli ormoni, dalla fantasia galoppante, della megalomania patologica, senza fondamento e senza sostanza.

Ci credo, cara amica che ci hai risposto di non trovare un vero money slave e di ripiegare, quindi, alla più prosaica (e ormai inflazionata, poco redditizia e svilita) professione della domme a pagamento: il fatto è che non lo trovi perché, semplicemente, non esiste se non nella tua speranza e nella fantasia di qualche maschietto esaltato.

Non vorrei essere tacciata di vetero femminismo con questo articolo (anche se un pochino vetero femminista lo sono, lo ammetto) ma questo è il nocciolo della questione, a mio modesto parere. Ridisegno, per l'ultima volta lo scenario: alcune ragazze molto giovani e molto velleitarie, con poca esperienza della vita, con il desiderio di realizzarsi in ambito sociale diventando le superstar del momento e vivendo una vita agiata sperano di ottenere soldi da uomini che non hanno sicuramente denaro da regalare ma che s'immaginano di averne e masturbandosi, si eccitano nel pensarsi nell'atto di rimetterlo tutto nelle mani di una giovane ragazza, acerba lolita (possibilmente) crudele e beffarda.

Questo è il gioco, questo è il panorama. In questo gioco la fantasia adolescenziale di fama, agiatezza e ricchezza di alcune ragazze più o meno carine è alimentata dalla fantasia megalomaniaca e fetiscistica di uomini (??) adulti (??) di essere in grado di donare proprietà che non si possiedono, averi di cui non si ha disponbilità, patrimoni inesistenti. Ma anche soldi, perché no? Qualcuno o molti non importa. I soldi sono il sostituto fallico di una introiezione di potere proiettata mentalmente sulla carta moneta, quella che manca, in effetti, così come mancano altre cosette nel meccanismo a rotelle che stenta a girare nella testa dei presunti money slave.

Siamo alle battute finali del processo, signore e signori della giuria, e qui la richiesta di Clara Blanche, pubblico ministero autoproclamatasi tale, è di considerare i presunti money slave, schiavi a pagamento, sub del portafoglio (e non del fazzoletto) i veri colpevoli e le Money Mistress, soprattutto se under 25, più o meno (spesso meno) consapevoli complici di un mercato gestito tutto al maschile, da uomini che hanno deificato il denaro perché, semplicemente, non ce l'hanno e lo sognano al punto di averlo sostituito al loro stesso pene.

Ovviamente a ciascuno di voi, signore e signori della giuria, sta, in coscienza, il giudizio finale che io non posso e non devo emettere, un pubblico ministero presenta alla corte un capo d'imputazione e un'ipotesi di reato, sarà la corte a decidere se c'è reato o no, chi lo ha commesso, con quale intenzione.

Ma una cosa è certa. Ora, quando qualche maschietto si lamenterà dell'eccessiva presenza di Money Mistress e prodomme nella scena, ciascuno di voi potrà indicare l'edificante collezione di frasi maschili qui riportate e chiedere, ingenuamente, come io farò: "secondo te se non ci fossero questi signori ci sarebbero più o meno Money Mistress, più o meno prodomme?"

Per me la risposta è scontata: Money Mistress pas, merci. Sono donna, sono Dominante e mi piange il cuore vedere la nostra bella gioventù presa per il culo anche quando sono loro a usare il dildo. Fuori di morale e dentro l'Etica, se ci fottiamo i nostri giovani, le nostre giovani, ci fottiamo il nostro stesso futuro. E qui non c'è nulla di morale, solo senso pratico e solida Etica, come dovrebbe essere per tutti gli -anta di questa terra.

Questo è tutto: rien de plus, merci et au prochain article.

Clara Blanche.

PREVIEW MONTHLY ACTION SET

Vinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.x
Micole & Tesla
Micole & Tesla
Micole & Tesla
Micole & Tesla
Micole & Tesla
Micole & Tesla
Micole & Tesla
Micole & Tesla
Micole & Tesla
Micole & Tesla
Micole & Tesla
Micole & Tesla

PREVIEW LAST MONTH'S ACTION SET

Vinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.xVinaora Nivo Slider 3.x
Asuka
Asuka
Asuka
Asuka
Asuka
Asuka
Asuka
Asuka
Asuka
Asuka

 
X

!Tasto destro e funzione copia disabilitati!

Questo sito è fruibile grauitamente solo in lettura. I contenuti scaricabili sono raccolti in area archivio.