2019 11 editorialeCiao! Siamo tornati!! Sì, abbiamo saltato un mese (e che mese) denso di lavoro per la sistemazione del nuovo studio fotografico e, infine, siamo di nuovo qui e quasi in pari con l'aggiornamento del sito.

Quindi ottobre è trascorso (nostra colpa) senza aggiornamenti dei monthly set e senza la presentazione di una monthly model ma non senza operare, dietro le quinte, per rendere il magazine sempre più vivo e sempre più vivace.

Stiamo ancora postproducendo la nuova serie di foto della monthly model (abbiate pazienza, non ve ne pentirete!!) ma vogliamo fare il punto della situazione e lo facciamo prima con quello che abbiamo fatto.

Un articolo di Fulvio Brumatti (Mappamondi in fiamme #4) aspettava da qualche mese di vedere la luce perché l'Editore (io me) ha preteso che fosse accompagnato da un set fotografico originale il cui storyboard fosse ricavato dal racconto di Vinicio che nell'articolo è presentato.

Non è come dirlo inventarsi un set credibile di spanking in un grande magazzino. Eppure con la pazienza delle formichine non solo abbiamo ricreato in studio la suggestione del magazzino resi di un (possibile) punto vendita di abbigliamento femminile: non contenti abbiamo messo all'opera due modelle che sono, in assoluto, new entry nel mondo della fotografia SM/BDSM e ci abbiamo ricavato un set niente male.

Come dire che il lavoro di squadra paga, alla fine.

Con l'uscita di un articolo di Paul Stoves sullo spanking in terra di Germania (Deutschland Deutschland) si è andati avanti con la geo-storia dei mappamondi in fiamme, supportata da pregevoli (che dico pregevoli, di più!) foto d'epoca.

Nel frattempo abbiamo ricevuto ed impaginato l'articolo di presentazione a lungo atteso (ragazzo impegnato) di Retif. Così e degnamente abbiamo inaugurato anche la sezione dedicata agli amanti dei piedi. Come al solito sollecitando l'autore a raccontare di sé e della sua storia personale, del suo modo di vivere la sua passione, delle sue esperienze. Il risultato, mescolato con qualche scatto eseguito nel passato durante qualche sessione di feet di cui Retif è stato protagonista, non è malaccio. Insomma, non è detto che amare i piedi delle donne debba per forza significare che, poi, ogni cosa, la si fa con i piedi ... o no?

Infine abbiamo ottenuto anche le presentazioni personali di Tsuki e di Altex che hanno dato vita e un po' di brio alla rubrica Latex Gloves.

In fondo un mesetto impegnativo che si è conluso sabato 30/11 con la serie di foto postprodotte della nostra modella fetish/bdsm del mese, Mother Mary, impegnata in una scena di shibari (ropes Mauro Lacqua)

Non possiamo, infine ma non per ultimo, dimenticare che il 25 novembre appena trascorso si è ampiamente e con vasta eco mondiale celebrata la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne del corrente AD 2019 (!! 2019 non 819 !!).

Questo tema è, per noi praticanti SM/BDSM, centrale e importante data la delicatezza dei meccanismi psicologici che le nostre pratiche vanno a toccare, a volte profondamente. La vigilanza sul proprio operato, sulle proprie scelte, sul modo d'interagire non può prescindere dal continuo e attento controllo sulle nostre azioni e sulle conseguenze di tali azioni. E questo vale sia per chi si prende la responsabilità di assumere un ruolo dominante sia per chi si prende il rischio di assumere un ruolo sottomesso.

La violenza, come tale, è già insopportabile quando a subirla è un uomo, diviene intollerabile ed esecrabile, soprattutto in questo periodo di rigurgiti culturali piuttosto proccupanti, quando segue l'odioso fine di annichilire moralmente e fisicamente una donna.

Su questo tema avremo modo di tornare spesso nei prossimi editoriali perché oggi più che mai è necessario, vitale, determinante, segnare una linea netta, senza ambiguità o tentennamenti, senza distinguo o sofismi, tra quello che è un piacere condiviso, una consapevole ricerca della felicità lungo un percorso di consensuale appagamento e quello che è, per contro, l'abominio della prevaricazione e della violenza. Non una linea tracciata a "sofismi": una linea operativa, oggettiva, invalicabile, tracciata con concetti chiari ed inequivocabili, atteggiamenti e comportamenti coerenti, assunzione etica, morale e legale delle proprie responsabilità. In poche parole un confine segnato con un muro di cemento armato tra noi e chi, usando ed abusando delle parole d'ordine e delle suggestioni del nostro mondo, vorrebbe camuffarsi, intrufolarsi e deporre - come il cuculo - il suo uovo malato nel nostro nido.

Questo detto vi rinnovo i miei migliori auguri di buon divertimento e vi saluto perché, a parte tutto, s'è pure fatta una certa ;-)

abstract 3166168 340Le rubriche di Club & Kitan Club

@Editor's Dungeon

Articoli dal Dungeon del Direttore Editoriale, scritti sotto dettatura, ovviamente.

Kinky News

Le news, belle e brutte, dal mondo kinky. Quello che gli altri fanno o hanno fatto o pensano di fare.

Cover Girls

Le modelle dei nostri set presentate come si conviene.

Mappamondi in fiamme

Articoli sulla verberazione by Fulvio Brumatti, Dir. Edit. delle Edizioni Moderne.

 Ropes & Ropes

Quindi corde e corde, tutto quello che fa parte del mondo rope(s) dal bondage al rope fetish e alla rope art.

Whips & Belts

Le fruste single tail, le cinture e i flogger, i paddle, le bacchette & Co. Come si usano, dove, quando.

Feet Lovers

I piedi, le scarpe, le calze e non aggiungiamo altro.

FemDom World

Femdom dai tempi di Aristotele e Fillide ai giorni nostri.

Latex Gloves

Latex e leather ma anche materiali sintetici ed ecosostenibili. Il piacere sta nell'occhio di chi ... si guarda.

Letture & Lettere

Ovvero letteratura kinky. Recensioni e racconti, soprattutto, ma anche saggi seri e seriosi di serissimi studiosi.

Mainstream

Lo abbiamo visto in TV (digitale, satellitare, pay per view, non importa come) e ve lo raccontiamo, come al solito, a modo nostro.

Lifestyle

Tutto quanto fa kinky lifestyle, eventi, incontri, sondaggi, moda e modi di fare, trend modi di essere.

abstract 3166168 340

faviconC'era una volta Club, direttore editoriale Fulvio Brumatti, in Italia. E c'era una volta il Kitan Club (奇譚クラブ), in Giappone. Ora non ci sono più. Si parla di riviste, quelle stampate su carta che si comprano (si compravano) in edicola. La rigidità del sistema editoriale, fatto di costi elevati e incassi risicati, soprattutto, ha ucciso le riviste di carta. Ma non solo. Anche Internet ha giocato un ruolo determinante nell'uccidere ogni tipo di rivista perché ogni informazione e ogni "sapere", accessibile dal sistemone del web è lì, pronta ad essere raccolta, spesso gratuitamente, comunque a basso costo e ... senza muovere le chiappe dalla sedia; unico problema è, come sempre, capire, avere gli strumenti per comprendere, se l'informazione che si sta raccogliendo da Internet è una fola o una cosa seria, se ha fonti attendibili e attendibili autori.

Insomma, appena le informazioni sono diventate disponibili a basso prezzo, automaticamente, sono diventate, per definizione, inattendibili.

Ciascuno, a modo suo, si trova quello che gli serve e lo usa, lo riverbera e lo ripiazza in giro, come se fosse vera e pura verità. Capita con i testi, con le foto scaricate, con i filmati più o meno taroccati. Quanto un testo sia attendibile, una foto più o meno bella o reale o realistica, un filmato veritiero o fuorviante nessuno può, ad oggi, dirlo. Ad oggi ogni testo, ogni foto, ogni filmato è comunque opinabile: in poche parole dal "fatto", dalla ricerca dei riscontri e della fattualità degli oggetti (le famose 5 w del giornalismo anglosassone: who, when, what, where, why) si è passati al singolo IMHO (In My Humble Opinion) il che, di per sé, non sarebbe drammatico: il problema nasce quando il semplice IMHO viene "venduto" o meglio "spacciato" (nel senso tossicologico del termine) per 5w, per fatto assodato. L'idea di un Editore che valuta l'informazione, la fa vagliare da persone esperte del settore e solo dopo la piazza on line non è una nostra idea: al contrario dell'uso comune della scena SM/BDSM di assumersi paternità o lavarsene le mani - secondo convenienza ed opportunità - noi amiamo la coerenza e la verità, anche quando sono scomode compagne di viaggio.

Quindi abbiamo visto, semplicemente visto, che i quotidiani on line funzionano così, le riviste on line funzionano così. Abbiamo visto che in Europa, negli States, in Giappone esistono magazine on line di fetish, kinky vari, sadomaso e BDSM. In Italia no. Se non esiste in Italia nulla di tutto questo il motivo è semplice: costa soldi, tanti quanti ne costava pubblicare una rivista. Bisogna pagare gli autori, bisogna pagare modelle e modelli, bisogna "starci dietro" e perderci tempo e lavoro. Non sono cose che persone interessate alle corde e al sadomaso fanno volentieri, non in Italia.

In questo sito tutti i contenuti sono visibili a tutti ma non sono scaricabili. Per scaricare le fotografie (che ci sono costate soldini) in alta risoluzione abbiamo creato una sezione ARCHIVIO nella quale potete acquistare a prezzi veramente contenuti (0,20 €/cad le foto del mese corrente, 0,40 €/cad le foto dei mesi trascorsi) e in modo semplice attraverso PayPal, che non richiede iscrizioni alla piattaforma di pagamento e consente di pagare con carte di debito, di credito e prepagate. Non ci sono opzioni d'iscrizione neanche al sito e i vostri dati personali saranno acquisiti solo da PayPal con le sue condizioni di privacy, comunque gli addebiti saranno fatti sul conto di Photo & Design, lo studio che ha costruito e gestisce questo sito, il quale non riceve le informazioni da PayPal perché l'acquisto viene fatto con download diretto dalla vostra casella email: più anonimo e sicuro di così ...!

Per informazioni, reclami e offerte di collaborazione fate riferimento alla sezione CONTATTI.

Grazie!

abstract 3166168 340Club & Kitan Club non è un magazine periodico, non sono fissate date di emissione periodica di nuovi contenuti e ogni contenuto del sito è proprietà intellettuale di chi lo ha proposto, salvo diversi accordi scritti, può essere in ogni momento revocato dalla Direzione Editoriale o dall'Autore, sempre fatti salvi diversi accordi scritti, non può essere diversamente usato, trasferito ad altri siti o utilizzato in modo diverso se tale utilizzo non è preventivamente concordato con la Direzione Editoriale e con l'Autore.

Le modelle e i modelli fotografati sono maggiorenni, hanno emesso liberatoria per la pubblicazione ai fotografi, hanno ricevuto informativa sulla privacy come da attuale normativa europea in materia (GDPR) e hanno ricevuto, per il lavoro di posa, commisurata remunerazione preventivamente pattuita. I fotografi i cui lavori sono qui pubblicati restano unici proprietari di tutti i diritti oggettivi e soggettivi in materia di diritto d'Autore.

E' espressamente vietato scaricare contenuti o fotografie o comunque impossessarsi dei contenuti e delle fotografie del sito fatte salve le aree di download a pagamento previste. Comunque, anche laddove permesso il download, questo viene eseguito solo per uso privato e personale, non commerciale. E' fatto divieto di divulgare, rivendere, appropriarsi di diritti oggettivi e soggettivi sui contenuti del sito anche se scaricati a pagamento. Eventuali contravvenzioni ai precedenti vincoli saranno perseguiti a norma di legge.

Non avendo carattere di pubblicazione periodica il magazine on line Club & Kitan Club non è registrato presso il Tribunale Competente (Milano) come tale, ci si riferisca all'attuale legislazione vigente per ulteriori informazioni in merito.

Si prega vivamente di NON (NON!!) inviare materiale in attachment se non concordato in precedenza. Il materiale non richiesto ed inviato alla redazione sarà cestinato. Proposte di collaborazione o progetti editoriali verranno esaminati solo se presentati in forma di sinossi e descrizione del progetto nel corpo del testo del messaggio email. Non inviare recapiti telefonici o nomi estesi ed indirizzi fino a quando non richiesto esplicitamente dalla Direzione Editoriale. Materiale diverso, nomi estesi, indirizzi e recapiti telefonici, fotografie se non esplicitamente sollecitati da Club & Kitan Club verranno immediatamente cestinati appena ricevuti.

 

Redazione e Direzione Editoriale Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Casting e selezione per servizi fotografici e video Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Invio materiale e proposte editoriali Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Segnalazione errori, violazioni diritto d'Autore o altre segnalazioni Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
X

!Tasto destro e funzione copia disabilitati!

Questo sito è fruibile grauitamente solo in lettura. I contenuti scaricabili sono raccolti in area archivio.