Mother Mary - Happy New Year 1955

Ogni mese un set diverso. Fetish, BDSM, kinky in generale ma anche rope art e altre "stranezze" della sessualità alternativa che, in qualche modo, si possono riferire al mondo kinky.

Questo mese avremo modo di ammirare alcune preview di Mother Mary relative dell'ultimo set dei Bizarri anni '50 di Maurizio Salinas. Un set dedicato interamente al western bondage anni '50 ed ispirato alla figura poco nota (ai non appassionati) ma importantissima di Holly Faram, moglie e modella di John Willie, l'editore, scrittore, fotografo e disegnatore di Bizarre.

By Maurizio Salinas

Molti di voi mi conoscono come rigger, molti come coordinatore del cKC (sempre protempore e in attesa di pensionamento), molti come organizzatore (o co-organizzatore) di eventi s/m o frustaiolo. Pochi come autore e pochissimi (forse neanche si contano sulle punte delle dita della mano destra) come fotografo.

Per alcuni anni, soprattutto in Occidente e in Italia come altrove, si è vista una sorta di guerra santa tra puristi del bondage, portatori di una filosofia semiascetica delle corde, e gli altri, brutti-sporchi-ecattivi, che ritenevano le corde parte integrante del sadomaso e la costrizione parte integrante delle dinamiche D/s.

Purtroppo questa guerra santa (che non potrà mai avere né vincitori né sconfitti come ogni guerra santa che si è combattutta e si combatte nel mondo) è stata monopolizzata da chi le corde le faceva girare mentre poco o nulla peso veniva dato a chi tra le corde ci stava.

Ho letto su FL un intervento molto moltissimo tanto carino sulle performance di shibari/kinbaku. Naturalmente era in inglese e, naturalmente, ho dovuto (!!) tradurlo (con il permesso dell'autore) in italiano.

Un po' di lavoro serale ma ora è qui, bello pronto e tutto da leggere. Perché non si finisce mai d'imparare :-)

TokyoBound  Akechi Denki Interview – 1997 — 明智伝鬼

Akechi Denki Interview - 1997 - 明智伝鬼

La prima rivista specializzata [in Giappone] in SM e hentai (perversioni) fu la rispettatissima Kitan Club che iniziò le pubblicazioni nel 1948. Il suo Editore di "lungo corso" fu il leggendario Minomura Ko che contribuì in diversi modi a questa speciale pubblicazione. Insieme a lui molte persone - alcune famose e altre no - possono essere indicate come la prima generazione del SM giapponese del dopoguerra.